338-1938888 o 331-2460501/2/3 o 0172-55294info@cufrad.it

News di Alcologia

Report ESPAD: droghe e alcol, cala il consumo tra i giovani ma salgono le nuove dipendenze

Report ESPAD: droghe e alcol, cala il consumo tra i giovani ma salgono le nuove dipendenze

Droghe e alcol: cala il consumo tra i giovani ma salgono le nuove dipendenze

Il consumo di droghe e alcool nei giovani tra i 15 e i 16 anni è in declino, ma ci sono preoccupazioni per il consumo di cannabis e le nuove dipendenze. Di questo parla il report appena pubblicato dall' Espad, European School Survey Project on Alcohol and Other Drugs. Lo studio, pubblicato in collaborazione con l'agenzia europea per le droghe (OEDT), si basa su un'indagine svolta nel 2019 in 35 paesi europei, inclusi 25 Stati membri dell'UE.

Questa è la settima ricerca condotta dal progetto ESPAD dal 1995. Un totale di 99.647 studenti ha partecipato all'ultima tornata di indagini, rispondendo a un questionario anonimo. Il rapporto contiene informazioni sull'esperienza e sulla conoscenza degli studenti di una varietà di sostanze, tra cui: tabacco, alcol, droghe illecite, inalanti, prodotti farmaceutici e nuove sostanze psicoattive (Nps). Sono inclusi anche l'uso dei social media, i videogiochi e il gioco d'azzardo.

Per tenere il passo con gli emergenti comportamenti a rischio tra i giovani in Europa, infatti, il questionario Espad viene costantemente adattato per includere nuovi argomenti, pur mantenendo una serie di domande fondamentali per monitorare le tendenze a lungo termine.

Per descrivere meglio i modelli contemporanei di consumo di nicotina, l'ambito del sondaggio del 2019 è stato esteso per includere il fumo di sigaretta elettronica per la prima volta. Sono stati utilizzati anche strumenti di screening per valutare i comportamenti a rischio, tra cui il gioco d'azzardo problematico, l'uso di cannabis ad alto rischio e problemi auto-percepiti con l'uso dei social media e il gioco.

Il consumo di alcol rimane elevato tra gli adolescenti in Europa, con una media di oltre tre quarti (79%) degli studenti che hanno consumato alcol nella loro vita e quasi la metà (47%) lo ha fatto nell'ultimo mese ("uso corrente"). Ma i dati di tendenza mostrano alcune diminuzioni costanti, con livelli ora inferiori rispetto al 2003, quando entrambi hanno raggiunto il picco rispettivamente del 91% e del 63%.

La prevalenza del "consumo eccessivo episodico" ha raggiunto il livello più basso nell'indagine del 2019 (35%), dopo un picco nel 2007 (43%). I dati mostrano che il divario di genere nella prevalenza di questo modello di consumo di alcol si è ridotto nel tempo (ragazzi 36%; ragazze 34%) (Figura 20). I cambiamenti nelle normative sul consumo di alcol a livello nazionale possono aver contribuito al declino del consumo di alcol tra i giovani.

Si osservano sviluppi positivi anche per quanto riguarda il fumo negli adolescenti, in un contesto di misure di politica del tabacco introdotte negli ultimi due decenni. Tra il 1995 e il 2019, le medie ESPAD per l'uso di sigarette sono diminuite per l'uso una tantum (dal 68% al 42%); uso corrente (dal 33% al 20%) e uso quotidiano (dal 20% al 10%). Nuovi dati rivelano un'elevata prevalenza del fumo di sigaretta elettronica - 40% per l'uso una tantum e 14% per l'uso nell'ultimo mese - con coloro che non hanno mai fumato sigarette (“mai fumatori”) che riferiscono tassi più elevati di questo comportamento rispetto ai “fumatori occasionali” e "fumatori regolari". Sebbene lo studio non abbia esaminato il contenuto delle sigarette elettroniche, è probabile che un'elevata percentuale di questi dispositivi includa nicotina e che l'uso complessivo di nicotina negli adolescenti potrebbe essere di nuovo in aumento. Questo problema richiede ulteriori indagini dato il potenziale di conseguenze sulla salute pubblica.

Il sondaggio mostra anche che, in media, 1 studente su 6 (17%) ha riferito di aver fatto uso di una droga illecita almeno una volta nella vita, con livelli che variano notevolmente tra i paesi ESPAD (range: 4,2% –29%). La prevalenza una tantum del consumo di droghe illecite in questo gruppo è diminuita leggermente dal 2011, sebbene sia rimasta generalmente stabile negli ultimi due decenni.

La cannabis è ancora la droga illecita più utilizzata dagli studenti delle scuole nei paesi ESPAD. In media, il 16% degli intervistati ha riferito di aver consumato cannabis almeno una volta nella vita (11% nel 1995), mentre il 7,1% ha riferito di aver consumato la cannabis nell'ultimo mese (4,1% nel 1995). Il consumo una tantum è diminuito lentamente dal 2011, mentre il consumo nell'ultimo mese si è stabilizzato dal 2007. Il consumo di cannabis ad alto rischio, esplorato per la prima volta in tutti i paesi partecipanti all'indagine del 2019, ha rivelato che, in media, il 4% degli intervistati è caduto in questa categoria e sono potenzialmente a rischio di sviluppare problemi legati alla cannabis. Comprendere e monitorare questo fenomeno è importante per la formulazione delle politiche di prevenzione.

L'uso non medico di farmaci da prescrizione tra gli adolescenti rimane una preoccupazione. Ad esempio, il 6,6% degli intervistati ha riferito di aver usato tranquillanti o sedativi e il 4% di aver usato antidolorifici, "per sballarsi" nel corso della propria vita. In media, il 3,4% degli studenti ha riferito di aver utilizzato nuove sostanze psicoattive (NPS) nel corso della propria vita - una piccola diminuzione rispetto al 4% nel 2015 - ma che rappresenta ancora livelli di utilizzo più elevati rispetto a quelli di anfetamina, ecstasy, cocaina o LSD presi individualmente.

Gioco d'azzardo, videogame e social media: è necessaria la vigilanza

Secondo il rapporto: "L'alto grado di normalizzazione del gioco d'azzardo nelle società e la cultura del gioco d'azzardo all'interno dell'ambiente familiare sono stati riconosciuti come importanti motori dell'inizio del gioco e della progressione dei giovani verso il gioco problematico". I risultati dell'ESPAD del 2019 mostrano che il gioco d'azzardo per soldi è diventato un'attività popolare tra gli studenti delle scuole in Europa, con il 22% degli intervistati che ha riferito di aver scommesso su almeno un gioco negli ultimi 12 mesi (prevalentemente lotterie).

(...omissis...)

copia integrale del testo si può trovare al seguente link: https://www.affaritaliani.it/cronache/droghe-alcol-cala-il-consumo-tra-i-giovani-ma-salgono-le-nuove-dipendenze-705661.html


(Articolo pubblicato dal CUFRAD sul sito www.cufrad.it)