338-1938888 o 331-2460501/2/3 o 0172-55294info@cufrad.it

News di Alcologia

CAT: le emozioni di un partecipante

CAT: le emozioni di un partecipante

Le emozioni di Claudio, Club 656 Nogara

Cari amici buona giornata a tutti, frequento il Club 656 da pochi mesi, ma i Club da otto anni, una serie di emozioni in questi anni, potrei dire tante quante le serate di Club alle quali ho partecipato sia come famigliare che come servitore insegnante.

La prima in assoluto è stata in una serata di fine dicembre del 2008 quando sono entrato in un Club a Casteldario. Lì ho trovato Marisa, servitore insegnante assieme ad altre famiglie: emozione, imbarazzo,vergogna e non so cos’altro!

Ci hanno offerto di condividere con loro una fetta di torta. Da quel momento ho iniziato ad elaborare tutte le mie emozioni ed ho visto che la mia famiglia poteva partire per un lungo viaggio.

Ho vissuto emozioni che ti caricano ed altrettante che ti scaricano, ma sempre ho tentato di dare e darmi risposte e di elaborarle spesso anche nei giorni successivi, anche nella serata successiva di Club e persino per più serate successive.

Emozione quando in una serata di Club ho realizzato che tutta la famiglia aveva un problema e dovevo togliere quel dito puntato… Il giorno dopo sono andato in cantina, ho caricato in macchina tutto quello che conteneva sostanze alcoliche e l’ho portato in discarica: è stata una liberazione con tanta gioia e senza un minimo di rimpianto.

Emozioni quando una persona al Club fa una ricaduta ed ha il coraggio di dichiararlo tornando a zero con la stessa vergogna ed umiltà del primo giorno in cui è entrata da quella porta e da lì parte una profonda rielaborazione che ti porta a chiederti: io come membro di Club o servitore insegnante che cosa potevo fare per evitare questo?

Grandi emozioni quando vedi la tua famiglia, che era sul ciglio di un precipizio, crescere, la vedi rinascere e da lì ripartono tutti i tuoi progetti.

Emozioni quando una persona al Club ti dice: grazie a voi io sto cambiando il mio stile di vita e tu le rispondi che il merito è tutto suo, ma in effetti nell’ elaborare quel messaggio tu ti senti una parte di quel voi e sei felice di esserci stato e di aver collaborato con umiltà assieme alle altre famiglie alla sua crescita.
Emozioni quando devi aiutare una famiglia ad elaborare un lutto. Assieme a tutte le famiglie con pazienza, con umiltà, con dedizione, settimana dopo settimana vedi la crescita ed il cambiamento di chi ha vissuto il lutto e tu cresci assieme a lui, pertanto è sempre uno scambio di dare ed avere continuo.

Emozioni pochi mesi fa quando consapevolmente, più o meno, abbiamo moltiplicato il Club. Con molto dispiacere per tutto quello che avevo condiviso con quelle famiglie, un pezzo importante della mia vita, ma con una grande consapevolezza che solo così si ottiene una grande crescita.

Grandi emozioni quando, come oggi, mi sento dire grazie a tutti voi che avete tenuto aperto questa porta dove io e la mia famiglia siamo potuti entrare.

Grazie a tutto coloro che si adoperano per mantenere vivo il sistema creato dal Professor Hudolin e la sua memoria.

In questi anni al Club mi sono nutrito di emozioni e le ho elaborate ascoltando ed insieme abbiamo condiviso e siamo cresciuti.

Con questo auguro a tutti quelli che più o meno hanno un problema con alcol o altro di non aver paura: che entrino dalla porta aperta di un Club dove possono trovare solo amici e condivisione.

Buon Natale, anche come rinascita personale.

Club 656 Nogara

http://aicat.net/le-emozioni-claudio-club-656-nogara/

(Articolo pubblicato dal CUFRAD sul sito www.alcolnews.it)