338-1938888 o 331-2460501/2/3/4 o 0172-55294info@cufrad.it

Le Cure

PER VENIRE A CURARSI: L'ACCESSO ALLE CURE

PER VENIRE A CURARSI: L'ACCESSO ALLE CURE

PER VENIRE A CURARSI
L'ACCESSO ALLE CURE:

LA DOMANDA DI ACCESSO E LE PROCEDURE

La domanda di accesso deve essere inoltrata al Servizio di Accoglienza Ambulatoriale del CUFRAD.
SEDE: Loc. Paolorio, 2 12048 Sommariva del Bosco (CN) Tel. 331 24 60 501/2/3/4 oppure 338 193 88 88 oppure 0172 55294.
Fax 0172 53295 Contatti: info@cufrad.it
Dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 17,00 gli operatori che rispondono danno informazioni sulle possibilità di cura.

Per venire a curarsi al CUFRAD è necessario fissare un appuntamento con gli operatori del settore accoglienza presso le sedi di Milano o di Sommariva del Bosco -CN-.
Nei casi in cui il paziente sia impossibilitato a recarsi alla sede di Accoglienza (per esempio se è ricoverato in ospedale) oppure se abita troppo lontano dalle sedi del CUFRAD, è possibile espletare le pratiche relative all'accoglienza direttamente via telefono, fax, e-mail, ecc.

Personale: l'èquipe psico-sociale è composta da psicologi ed educatori professionali.

Prestazioni erogate dal Servizio di Accoglienza Ambulatoriale:
1) accoglienza di soggetti, anche sottoposti a trattamenti farmacologici
2) valutazione complessiva della situazione di difficoltà espressa
3) consulenza e supporto psicologico
4) colloqui di orientamento e di sostegno alle famiglie
5) valutazione dello stato di salute generale del soggetto, anche in collaborazione con la valutazione diagnostica effettuata dall'Ente Pubblico.
6) impostazione, ove richiesto, del programma terapeutico complessivo ed individuazione della tipologia del centro più idoneo allo svolgimento dello stesso

Chi può essere accolto:
1) persone con problemi di uso problematico o dipendenza dall'alcol, da sostanze stupefacenti e/o psicoattive, legali o illegali
2) persone con comportamenti di dipendenza senza sostanze
3) persone con problemi correlati alla dipendenza patologica da sostanze: problemi psico-sociali, depressione correlata e sofferenza interiore

Non possono essere accolte le seguenti persone:
1) persone minorenni;
2) persone non autosufficienti;
3) persone sottoposte a provvedimento di arresti domiciliari presso la Struttura.

Numero di colloqui di ingresso previsti:
1) Non esiste un numero di colloqui fisso: la diagnosi multidisciplinare può essere effettuata unicamente dal Servizio Inviante oppure, a richiesta, in collaborazione con i professionisti del CUFRAD presso le proprie Sedi Ambulatoriali.
2) Nel caso in cui la diagnosi venga fatta unicamente dal Servizio Inviante, è possibile limitarsi a colloqui telefonici con il Settore Accoglienza del CUFRAD, alla consultazione del Programma e delle immagini dei luoghi di cura via internet ed ai contatti via fax ed e-mail.
3) Nel caso in cui la diagnosi venga fatta in collaborazione con i professionisti del CUFRAD presso le proprie Sedi Ambulatoriali è possibile effettuare anche un solo colloquio orientativo per l'accoglienza, ed eventualmente in tale occasione fissare i successivi incontri per la diagnosi medica, psichiatrica, psicologica e sociale.

Documentazione richiesta per l'inserimento:
1) documenti personali;
2) cartella clinica contenente la documentazione medica indicante: lo stato di salute complessivo del paziente, i controlli sanitari effettuati, l'eventuale terapia medica attualmente prescritta, il certificato che il paziente in base alle condizioni di salute può vivere in comunità;
3) foglio di revoca del proprio medico di base
4) eventuali attestazioni di esenzione ticket
5) indumenti e biancheria personale