338-1938888 o 331-2460501/2/3 o 0172-55294info@cufrad.it

News di Alcologia

Gioco d’azzardo: in Italia 200mila teenager malati di ludopatia

Gioco d’azzardo: in Italia 200mila teenager malati di ludopatia

Gioco d’azzardo: Italia, 200mila teenager ‘malati’

In aumento il 'vizio' per i giovani tra i 15 e i 19 anni: dal 39 per cento del 2014 la percentuale è passata al 42 per cento del 2015

Sono duecentomila gli adolescenti italiani dediti al gioco d’azzardo. E il dato è purtroppo in costante aumento. Di pari passo con le macchinette piazzate nei bar e nelle tabaccherie e con la crescita delle sale slot. Sono i ‘gratta e vinci’ però che vanno per la maggiore.

L’Italia è un Paese per vecchi, ma non per quanto riguarda scommesse e gioco d’azzardo, un settore che vede allargarsi a macchia d’olio il numero di ragazzi tra i 15 e i 19 anni. D’altronde, il nostro Paese ne offre molte di possibilità, generando un giro d’affari da 87,8 miliardi di euro (dati 2015). La percentuale di teenager dedica al gioco d’azzardo è passata dal 39% del 2014 al 42% del 2015, come da dati diffusi dal Centro nazionale di ricerche (Cnr).

Sono i maschi quelli che giocano di più, 51% contro il 32% di femmine: un milione e duecentomila gli adolescenti che fin dalla mattina presto saltano la scuola per recarsi a scommettere, nonostante il gioco d’azzardo, nel nostro Paese, sia vietato per legge ai minorenni. I controlli sono praticamente inesistenti, la carta d’identità non viene chiesta. E così, 200 mila under 19 fanno puntate anche quattro volte a settimana, prediligendo il Bingo, le slot machine, i gratta e vinci e le scommesse sportive: il 7% dei giovanissimi è malato.

(...omissis...)

copia integrale del testo si può trovare al seguente link: http://www.italyjournal.it/2016/07/02/gioco-dazzardo-italia-200mila-teenager-malati/

(Articolo pubblicato dal CUFRAD sul sito www.alcolnews.it)